Delle volte sognare ad occhi aperti porta ad un palmo da quella visione onirica che tanto si stava cercando.

Ad andarci così vicino questa volta è il nostro amico Antonio Carmine Napolitano, che attraverso la sua opera prima – Il Mutafavole – fa vedere a tutti di che pasta è fatto!

Campano classe ’88, divoratore di fiabe ed amante del fantasy, sia esso lato gaming (Final Fantasy) che letterario (le opere di Tolkien su tutte), si cimenta in questo progetto ambizioso, che ci ha subito colpiti fin dalla prima occhiata.

Qui di seguito potete trovare un esclusiva avuta con lo stesso Antonio!

Ciao Antonio, oltre al Mutafavole, quanti progetti hai al momento?

Il progetto principe al momento resta completare il ciclo del Mutafavole. Contemporaneamente alla stesura del secondo capitolo, però, mi sto dedicando all’approfondimento dei personaggi del primo romanzo attraverso delle schede tecniche pubblicate periodicamente sul sito www.mutafavole.it – insieme alle quali è possibile trovare dei brevi racconti inediti che indagano ancora più a fondo l’Universo del Mutafavole.

Cos’altro hai in serbo per il futuro?

Nel futuro prossimo completerò la trilogia del Mutafavole. La scrittura è ancora una passione al momento, non un lavoro a tempo pieno… trasformarla in qualcosa di più solido è sicuramente il mio progetto più lungimirante al momento.

Il Mutafavole è sicuramente interessante, qualcuno ti ha proposto un’opera fumettistica a lui dedicato?

Purtroppo non ancora! E’ innegabile il forte desiderio di vedere il Mutafavole trasformarsi in qualcosa di ancor più fantastico come un fumetto o addirittura una serie tv o un film. Il cammino è lungo e la strada impervia, ma siamo solo all’inizio della fiaba!

Al momento ho ingaggiato un illustratore, Iacopo Donati, il quale cura tutte le grafiche ufficiali dei romanzi e i bozzetti dei protagonisti, ovviamente disponibili sul sito del Mutafavole.

Beh allora speriamo che questa intervista possa servire anche da annuncio a tal fine!
Tornando al tuo “tesssoro” (la citazione Tolkeniana con te era d’obbligo!) riscontro ha avuto la tua prima opera?

Il successo planetario non era nascosto dietro la porta. Nonostante questo ho raggiunto traguardi soddisfacenti già dai primi mesi di vita del romanzo. Il Mutafavole è stato presentato in diverse librerie nazionali, tra le quali la Mondadori di Napoli. Ho partecipato come ospite a diverse fiere di settore, tra le quali spiccano il Romics, il Napoli Comicon e il Lucca Comics. Anche le recensioni non sono mancate: il Mutafavole è finito in parecchi blog e magazine con articoli molto positivi! Tutte le collaborazioni e le interviste sono disponibili in rete o sulla pagina Facebook della saga: www.facebook.com/mutafavole – alla quale vi invito a mettere mi piace, ovviamente!

Abbiamo letto sul tuo sito, che t’ispiri a Tolkien (lo dicevamo su!) e ai giochi di Final Fantasy. Come colleghi questi due mondi apparentemente diversi?

Potrà apparire un connubio insolito, ma sono certo che lo stesso Tolkien avrebbe apprezzato e giocato alla saga della Square Enix. Gli appassionati della mia generazione hanno mosso primi passi nella Terra di Mezzo sotto braccetto con Harry Potter, e allo stesso modo, il pomeriggio, dopo i compiti, una partita alla prima Play Station era improrogabile. Final Fantasy VIII, tutt’oggi il mio capitolo preferito, ha segnato la mia infanzia. Fu un colpo di fulmine, amore al primo avvio: parte della mia immaginazione prese forma e consistenza. Tornando allo strano connubio, ritengo che nell’apparente assenza di legame possa nascondersi una forza vincente. Un po’ com’è successo al mio romanzo: un melting pot di culture e subculture che si uniscono per creare uno scenario unico. Il Mutafavole, difatti, spazia tra diversi generi letterari che vanno dall’epico al mistico, dall’urban all’esoterico, il tutto arricchito da dinamiche rpg.

Ho immaginato un mondo plausibile che potesse ospitare tutta la fantasia dell’uomo, senza lasciarne neanche un briciolo fuori!

Qui parte il momento da MediaShopping! Dove sarebbe possibile reperire una copia del tuo primo libro?

Il romanzo edito da “Edizioni il Ciliegio” è disponibile nel catalogo nazionale e quindi reperibile presso qualsiasi libreria del paese, inclusi i circuiti Mondadori e Feltrinelli. Di seguito qualche link per l’acquisto on line:

EDIZIONI IL CILIEGIO.IT: http://www.edizioniilciliegio.com/scheda-libro/antonio-carmine-napolitano/il-mutafavole-9788867712649-328678.html

MONDADORI.IT: http://www.mondadoristore.it/libri/Antonio-C-Napolitano/aut02915971/

FELTRINELLI.IT: http://www.lafeltrinelli.it/libri/napolitano-antonio-c/mutafavole-e-l-ombra-primo/9788867712649

HOEPLI.IT: http://www.hoepli.it/libro/il-mutafavole-e-l-ombra-del-primo-buio/9788867712649.html

IBS.IT: http://www.ibs.it/code/9788867712649/napolitano-antonio-c-/mutafavole-ombra-del.html

EBAY.IT: http://www.ebay.it/itm/Il-mutafavole-e-lombra-del-primo-buio-Napolitano-Antonio-C-/152001609543?hash=item2364007f47:g:RroAAOSw7ehXQ4iO

AMAZON.IT: https://www.amazon.it/mutafavole-lombra-del-primo-buio-ebook/dp/B01FQ3GFS6

 

PS: Il titolo è disponibile anche presso altri canali, in versione e-book ed e-pub.

 

Detto ciò, speriamo che ai lettori possa interessare questo nuovo step verso la collaborazione con giovani emergenti che come noi amano il mondo del nerd a 360°.

 

Antonio Carmine Napolitano

per SpaceMonkeys.it