Mutafavole_alta_logo_pegaso_apostrofo copia

 

Dante è il giovane discendente di una nobile famiglia italiana segretamente impegnata per la lotta all’oscurità e alla custodia di manoscritti fuori dal comune.
 Catapultato in questo mondo magico, dopo aver ereditato alcuni talenti speciali, il giovane scoprirà sulla propria pelle che molte delle creature che abitano la fantasia umana sono reali. Alcuni scrittori, definiti Svela Mondi, infatti, hanno la capacità di far vivere queste creature fuori dai margini di carta.

Quando la storia di una di queste creature fantastiche, però, viene dimentica o lasciata incompiuta dall’autore, questa può varcare autonomamente “la soglia” tra i mondi. Ed è in questo caso che intervengono le Associazioni come l’Accademia del Mastro Orologiaio di Praga che, con l’addestramento dei Sigilla Storia e dei Guardiani, si assicura un lieto fine a ogni storia.

La trama s’infittisce di eventi man mano che Dante penetra più profondamente gli strati di questa nuova realtà, diventando egli stesso l’ago della bilancia tra il Bene e il Male: il ragazzo sarà conteso dalle due fazioni perché capace, secondo una profezia, di riscrivere qualsiasi storia con la sola forza della sua fantasia.

Il talento di Dante diventerà l’ossessione del Primo Buio, un leggendario Principe Alchimista ridotto a pura ombra con sconfinate brame di potere. Costantemente braccato dai sicari dell’Ombra, il giovane affronterà un viaggio-fuga supportato da molteplici creature fantastiche e uomini di magia, tra cui spiccano l’amata zia Mafalda versata negli artefatti runici e nella scherma; Rufus, il loro fido maggiordomo inglese con la capacità di trasfigurarsi in un lupo fulvo; Gae, una driade guardiano con l’abilità di attraversare i fusti degli alberi; Rebecca, una paladina senza macchia capace di manipolare i metalli; Petr Sharapov, il longevo Mastro Orologiaio rettore dell’Accademia e molti, molti altri ancora…

Alla fine, però, sarà Dante e nessun altro a decidere per il proprio destino e a scoprire se il suo talento è un dono di vita o di morte.